La glaciazione si è chiusa contemporaneamente in tutto il mondo

Parlano tedesco i primi fulmini globulari artificiali

La fine dell'ultimo periodo glaciale, circa 17 500 anni fa, è avvenuto contemporaneamente in quasi tutto il mondo, con l'unica eccezione di alcune regioni dell'Atlantico settentrionale. Sono queste le conclusioni di uno studio apparso sulla rivista “Science” (Vol 312, n. 5779) e realizzato da un gruppo di scienziati coordinati da Joerg Schaefer dell'Earth Institute della Columbia University e George Denton della University of Maine.


I ricercatori hanno preso in esame campioni di rocce ricavati dai ghiacciai morenici della California e della Nuova Zelanda e li hanno confrontati con quelli relativi a Wyoming, Oregon, Montana, Argentina, Australia e Svizzera. In questo modo sono riusciti a scoprire quando i ghiacciai iniziarono a formarsi in varie parti del mondo e quando iniziarono a ritirarsi. I dati dimostrano che il ritiro è iniziato contemporaneamente circa 17 500 anni fa ed è stato confermato da analisi condotte anche in Tibet e in America Latina.


"È interessante vedere come l'era glaciale finì nello stesso momento in tutto il pianeta, anche nell'Antartide, la regione considerata più isolata dal punto di vista climatico", dice Schaefer. Esistono però alcune regioni che sembrano aver risposto con ritardo: la Groenlandia ad esempio emerse dall'era glaciale solo 15 000 anni fa. I 2500 anni di ritardo vengono spiegati con la presenza di una serie di inverni particolarmente rigidi sull'Atlantico settentrionale, dovuti a grandi quantità di iceberg formati dalle calotte di ghiaccio europee e nord americane in corso di scioglimento. Questi iceberg aggiunsero una grande quantità di acqua dolce all'oceano e ridussero la risalita di acqua calda dai tropici, diminuendo la temperatura della regione.

Questo articolo è pubblicato su OggiScienza
con licenza creative commons.
9 giugno 2006

Il futuro è dietro di noi

Sulle Ande, le metafore spaziali sul tempo sono l’inverso di quelle usate da altri idiomi

16 giugno 2006
 

Il Mare Glaciale Artico si sta abbassando

Risultati a sorpresa da uno studio anglo-olandese: alle alte latitudini il livello degli oceani non si sta alzando

15 giugno 2006
 

Origine australiana per i coccodrilli

Un nuovo fossile dimostra che i coccodrilli moderni si sono sviluppati nell’emisfero meridionale

15 giugno 2006
 

Vista la piu grande “great ball of fire”

La palla di gas infuocato si estende per 3 milioni di anni luce e pesa come mille miliardi di soli

14 giugno 2006
 

Su Marte i suoni muoiono subito

Il fenomeno è stato quantificato con una simulazione al computer e dipende dalla bassa densità dell’atmosfera del pianeta rosso

13 giugno 2006
 

A settembre finalmente la definizione di pianeta

Per definire quali caratteristiche debba avere un oggetto orbitante per essere definito un pianeta è stata istituita una nuova commissione di esperti

12 giugno 2006
 

Localizzata in India l’antica Muziris

La città era un antico porto e centro dei commerci dei Romani con l’estremo Oriente

12 giugno 2006
 

I test sul nuovo Hubble sono già cominciati

Così la NASA cerca di evitare il lancio di un telescopio difettoso previsto tra sette anni

9 giugno 2006
 

Parlano tedesco i primi fulmini globulari artificiali

Il risultato è stato ottenuto con lo stesso meccanismo usato dalla natura, con delle nuvole di plasma si sono riprodotti questi rari fenomeni

8 giugno 2006
 

© Copyright Sissa Medialab srl - Trieste (Italy) - 2006
In collaborazione con Ulisse e Zadig